DETRAZIONE FISCALE DEL 50%

Il fotovoltaico rientra nella categorie delle RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE  e da il diritto alla detrazione del 50% in 10 anni.

Il fotovoltaico NON RIENTRA nelle categorie di detrazione 65% per efficientamento energetico (caldaie, serramenti, coibentazioni, pompe di calore).

Chi sostiene spese per i lavori di ristrutturazione edilizia può fruire della detrazione d’imposta Irpef pari al 36%. Per le spese sostenute dal 26 giugno 2012 al 31 dicembre 2014, la detrazione Irpef sale al 50%, passando al 40% per il periodo 1º gennaio 2015 - 31 dicembre 2016.
Il decreto legge 63 del 4 giugno 2013 prima e la legge di stabilità per il 2014 poi hanno riconosciuto una detrazione del 50% anche sulle ulteriori spese sostenute, dal 6 giugno 2013 al 31 dicembre 2014, per l'acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici di classe non inferiore alla A+, nonché A per i forni, per le apparecchiature per le quali sia prevista l'etichetta energetica, finalizzati all'arredo dell'immobile oggetto di ristrutturazione. La detrazione va ripartita in 10 quote annuali di pari importo, ed è calcolata su un ammontare complessivo non superiore a 10.000 euro. Gli elettrodomestici sono detraibili solo se si fa una ristrutturazione.
Per le prestazioni di servizi relative agli interventi di recupero edilizio, di manutenzione ordinaria e straordinaria, realizzati sugli immobili a prevalente destinazione abitativa privata, si applica l’aliquota Iva agevolata del 10%. 

La proroga, inoltre, ha confermato anche il tetto massimo di spesa di 96.000 euro e la ripartizione in dieci rate annuali.

Alla luce di queste e di altre novità, l'Agenzia delle Entrate ha pubblicato la nuova guida alle agevolazioni fiscali legate alla ristrutturazione.

Scarica la Guida detrazioni per ristrutturazione direttamente dal sito dell'Agenzia delle Entrate.

Il documento fornisce tutte le indicazioni per accedere correttamente al beneficio fiscale, illustrando modalità e adempimenti.

Gli argomenti trattati dalla guida delle Entrate riguardano:

•             i principali tipi di interventi ammessi alla detrazione IRPEF

•             le condizioni per fruire delle agevolazioni

•             l'acquisto del box: quando spetta l'agevolazione

•             la cumulabilità con la detrazione IRPEF per il risparmio energetico

•             l'IVA agevolata per i lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria, di restauro, risanamento conservativo e ristrutturazione

•             la detrazione IRPEF per gli acquirenti e gli assegnatari di immobili ristrutturati

•             le condizioni richieste per fruire dell'agevolazione

•             la detrazione IRPEF del 19% degli interessi passivi sui mutui

Se non interverranno ulteriori proroghe, dal primo gennaio 2017 la detrazione del 50% tornerà alla misura ordinaria pari al 36% delle spese sostenute, con il limite di 48.000 euro per unità immobiliare.

Siti utili Fotovoltaico

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo