Scambio sul posto

Lo scambio sul posto (net metering in inglese) è il meccanismo per cui l'utente utilizza la rete come "serbatoio" virtuale. Almeno questo è il concetto da cui è nata questa istituzione, per permettere a chi produce di giorno e consuma la sera di ottenere una giusta compensazione.

In sostanza l'utente ottiene una compensazione economica tra il valore economico dell'energia prodotta e immessa in rete e l'energia prelevata (e quindi pagata).

Il meccanismo è abbastanza complesso. Le principali regole sono le seguenti:

 

  • possono accedere allo scambio sul posto i produttori da energie rinnovabili fino a 200KW di potenza;

  • il meccanismo non ha una durata specifica ma viene rinnovato di anno in anno. Si presume che durerà per sempre anche perché è presente a livello internazionale. Con l'avvento degli accumuli in batteria potrà essere convenientemente sostituito da questi ultimi;

  • è necessario fare una domanda al GSE e ottenere una convenzione;

  • sul portale GSE, una volta ottenuta la convenzione, l'utente può visualizzare il suo estratto conto;

  • il GSE (non il distributore elettrico) emette i bonifici all'utente con cadenza minima mensile, ma per i piccoli impianti domestici si parla di 2-3 bonifici l'anno.

  • la corrente prodotta in eccesso rispetto ai consumi può essere "accantonata" o meglio pagata annualmente. Il meccanismo si chiama "liquidazione annuale delle eccedenze". Consigliamo vivamente di effettuarlo controllando sulla propria pagina del sito GSE che sia questa la condizione prescelta.

  • le regole tecniche sono inserite nella Deliberazione 3 giugno 2008 - ARG/elt 74/08 dell'Agenzie per l'Energia Elettrica e il Gas (AEEG). Scarica la Deliberazione 3 giugno 2008 - ARG/elt 74/08 dell'Agenzie per l'Energia Elettrica e il Gas.

Siti utili Fotovoltaico

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo